Il 26 agosto 1986 Giovanni Paolo II accolse con entusiasmo la proposta di Kiko, Carmen e padre Mario di istituire a Roma un Seminario Diocesano Missionario per la formazione di presbiteri per la nuova Evangelizzazione, e incaricò il Cardinale Ugo Poletti, vicario di Sua Santità, di erigerlo.

Da quel momento sono stati eretti 120 seminari, che hanno 3 caratteristiche fondamentali: sono diocesani, missionari e internazionali. All’interno della formazione accademica, umana e spirituale di questi seminari si include un periodo di evangelizzazione missionaria, e una volta ordinati presbiteri, il Vescovo diocesano, dopo alcuni anni di lavoro nelle parrocchie, permette di partire per servire nelle diverse modalità di missione portate avanti dal Cammino Neocatecumenale, secondo quanto stabilito e approvato dal Vaticano e dagli Statuti.

Il seminario è retto dal Vescovo diocesano e accoglie giovani che hanno scoperto la vocazione grazie all’itinerario neocatecumenale di iniziazione cristiana. Nel seminario, la formazione Cristiana attraverso il Cammino Neocatecumenale in comunità è un elemento specifico e fondamentale del percorso formativo.

Negli anni successivi, numerosi vescovi hanno seguito l’esempio del Santo Padre aprendo altri seminari:

Seminari Redemptoris Mater nel mondo
 Europa                       61
America                     36
Asia                             8
Medio Oriente               2
Africa                        11
Oceania                       2

 

Dal 1990, anno delle prime ordinazioni, fino ad oggi, i presbiteri ordinati nei seminari Redemptoris Mater sono circa 2.380. Attualmente 2.300 giovani si stanno preparando per la santa ordinazione.